Il progetto educativo

 

I primi anni di vita dei nostri bambini sono molto importanti per lo sviluppo. Ma forse non tutti sanno che la lettura contribuisce allo sviluppo mentale e aiuta a prevenire possibili difficoltà nell'apprendimento. Già a partire dal sesto mese bisognerebbe iniziare a leggere ad alta voce, magari prima della nanna notturna, alcuni racconti ai nostri bambini. L'invito alla lettura arriva dai pediatri riuniti a Verona in questi giorni (Novembre 2011) in occasione della presentazione del progetto Leggere per crescere. Giampietro Chiamenti, segretario regionale Fimp (Federazione italiana medici pediatri), evidenzia che la lettura ad alta voce al bambino deve iniziare già nei primi periodi di vita, a partire dal sesto mese con libri adeguati. In base ai dati raccolti in un recente studio condotto negli USA, è emerso che un bambino che vive in una famiglia disagiata ascolta in un'ora circa 616 parole, sente 5 affermazioni e riceve 11 proibizioni. Se si analizzano i dati relativi ad un ambiente familiare migliore le parole ascoltate in un'ora si quadruplicano offrendo maggiori stimoli, le affermazioni sono 9 volte più numerose e le proibizioni si dimezzano. Alla luce di questi si può capire perché, soprattutto in un ambiente difficile, la lettura può essere uno strumento molto utile per una crescita psicofisica migliore. La lettura ad alta voce ha poi un ulteriore beneficio, oltre a promuovere lo sviluppo cognitivo del bambino migliora la relazione genitori/figli. Perché leggere ad ala voce ai bambini? Numerosi studi hanno dimostrato che la lettura quotidiana è molto importante già a partire dal sesto mese di vita. E' quindi importante trovare del tempo ogni giorno da dedicare alla lettura ad alta voce. Anche pochi minuti, ogni giorno, sono sufficienti per costruire un rapporto basato su libro quale strumento di crescita. I benefici della lettura ai bambini 1.Lo sviluppo cognitivo del bambino: abilità cognitive, curiosità e sviluppo intellettuale sono fattori fortemente correlati ad esperienze di lettura effettuata con l’ausilio degli adulti. 2.L'apprendimento della lettura e il successo della lettura a scuola: molti studi hanno dimostrato che il contatto precoce dei bambini con la lettura ad alta voce è fondamentale ed è strettamente correlato al successo nelle attività scolastiche. 3.Lo sviluppo del linguaggio verbale è più elevato nelle famiglie dove ci sono e si leggono libri dimostrano di sviluppare maggiori risorse umane e sociali. L'abitudine alla lettura in generale in famiglia e ai bambini piccoli costituisce un'importante capacità genitoriale che accresce il capitale sociale della famiglia (cioè l'insieme delle relazioni sociali intra ed extrafamiliari) e fa crescere positivamente la relazione genitori/figli. Partendo da questi presupposti il progetto educativo di quest.anno ha come momento centrale la lettura ad alta voce. E’ importante sottolineare che, attraverso la lettura, tra educatrice e bambino si viene a creare un rapporto particolare attraverso la comunicazione verbale e, soprattutto, quella non verbale fatta di contatto fisico, tono affettuoso della voce, mimica. Le storie si racconteranno tenendo i bambini vicini all’educatrice in un piccolo gruppo e in clima caldo, tranquillo e sereno. I libri che verranno messi a disposizione dei bambini sono calibrati per la loro età. I bambini più piccoli avranno a disposizione dei libri fatti di stoffa, plastica, cartone che consento di fare delle esperienze prevalentemente sensoriali. I bambini più grandi avranno invece libri con immagini semplici e chiare possibilmente legate alle esperienze concrete di vita del bambino, l’educatrice indicherà le varie figure dando loro un nome e le descriverà nominando gli oggetti. Questo e’ il primo passo per giungere al momento in cui il bambino comincerà a sfogliare le pagine da solo e a riconoscere ciò che e’ rappresentato. E’ possibile a questo punto introdurre libri che permettono di associare gli oggetti alla loro funzione e alle azioni che rientrano nella quotidianità’ come vestirsi, mangiare, dormire, giocare ecc… Da questo momento si può passare gradualmente dalla lettura “individuale” a quella di “gruppo” e alle prime storie. Il compito dell’adulto ora non e’ più solo quello di illustrare ma anche di leggere; una lettura che dovrà essere fin da subito corretta, senza storpiature, modifiche ed integrazioni. Man mano che i bambini crescono e maturano e’ possibile passare a storie e racconti più lunghi e complessi: vere e proprie favole e fiabe. Il nostro progetto prevedere di rendere partecipi i genitori e le famiglie in modo da dare una certa continuità tra nido e famiglia, proporremo infatti il “progetto lettura” attraverso il quale i bambini potranno scegliere un libro dalla biblioteca dell’asilo e portarlo a casa per qualche giorno in modo da leggerlo con mamma e papà. Scarica le slide che abbiamo presentato ai genitori nella riunione di Novembre 2011.

© 2014 Asilo Nido Bilingue Biopappamondo Via M. Polo 29 Vicenza -  0444 960274 - info@biopappamondo.it